Soprano lirico puro, nata ad Aversa, intraprende lo studio del canto al Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli e si perfeziona in seguito con Romolo Gazzani. Partecipa a seminari e corsi di perfezionamento sotto la guida di nomi prestigiosi quali Leyla Gencer, Raina Kabaiwanska, Robert Kettelson, Paolo Montarsolo, Regina Resnik, Renata Scotto e Alberto Zedda (Accademia Rossiniana).

Esordisce giovanissima ne L’Avaro di Mayr al Teatro Donizetti di Bergamo ma è con la vittoria del prestigioso Concorso Internazionale Toti dal Monte che l’artista partenopea inizia una brillante carriera che la porta a cantare nei maggiori teatri internazionali.

Ha cantato: Il matrimonio segreto di Cimarosa (Carolina) al Comunale di Treviso ed al Sociale di Rovigo; L’elisir d’amore al Luglio Musicale Trapanese, al Teatro Comunale di Firenze; L’idolo cinese di Paisiello al Filarmonico di Verona; Don Giovanni (Zerlina, Donna Anna) a Pisa, Treviso, Lucca, Rovigo, Pavia, Brescia, Cremona, Como, Mantova, Verona Trapani, Trento, Bolzano, Rovigo e Cosenza, Cagliari, a Colonia e Vichy; Cenerentola (Clorinda) al Rossini Opera Festival; L’Italiana in Algeri (Elvira) a Zurigo ed a Monaco di Baviera; Die Ägyptische Helena di R. Strauss (prima esecuzione assoluta in Italia) al Lirico di Cagliari; La Traviata al Lirico di Cagliari; L’Olimpiade di Pergolesi con l’Accademia Bizantina a Modena; La sonnambula (Lisa) nel circuito toscano; Le due contesse di Paisiello (Contessina di Belcolore) a Teatro Rendano di Cosenza; Chi dell’altrui si veste presto si spoglia di Cimarosa (Ninetta) al Teatro alla Scala; Falstaff (Nannetta) a Rovigo, Trento, Bolzano e Cagliari; Le Nozze di Figaro (Susanna) e Le convenienze ed inconvenienze teatrali al Teatro Politeama di Lecce; Il barbiere di Siviglia (Berta) all’Opèra di Strasburgo; Idomeneo (Ilia) al Teatro alla Scala; I finti filosofi di Spontini (Cilletta) al Festival Pergolesi Spontini; Un ballo in maschera (Oscar) al Massimo di Palermo; Così fan tutte (Despina) a Piacenza, La Bohéme (Musetta) al Giglio di Lucca, al Comunale di Bolzano, al Goldoni di Livorno, a Pisa e Ravenna; Lucia di Lammermoor all’Opéra de Liege, al Teatro alla Scala, al San Carlo di Napoli ed al Teatro Bellini di Catania; Orfeo all’inferno (Diana) e La leggenda della città invisibile di Kitezh al Lirico di Cagliari; La Rondine (Lisette) all’Opéra de Toulon; Gianni Schicchi all’Accademia di Santa Cecilia; Rigoletto (Gilda) all’Opéra de Toulon, all’Estonian opera di Tallin, a Lecce; La finta giardiniera (Serpetta) per Abu Dhabi Classics, Romolo ed Ersilia (Ersilia) di Hasse al Festival di Herne; Rinaldo (Almirena) di Händel al Teatro alla Scala e al Comunale di Ferrara; L’elisir d’amore (Adina) al Teatro Lirico di Cagliari, La gazza Ladra (Ninetta) e I Capuleti e i Montecchi (Giulietta) al Teatro Filarmonico di Verona, alla Royal Opera House di Muscat in Oman e al teatro Massimo Bellini di Catania.

Ha recentemente debuttato con successo il ruolo di Amina ne La Sonnambula di V. Bellini al Teatro Mario Del Monaco di Treviso e al Comunale di Ferrara. Per le celebrazioni in onore di Paisiello è stata acclamata e sorprendente protagonista della prima esecuzione nei tempi moderni di Zenobia in Palmira al Teatro di Corte di Napoli nella stagione 2016 del Teatro S.Carlo.

Ha collaborato con direttori quali Maazel, Campanella, Viotti, C. Abbado, Dantone, Rizzi, Zedda, Guschlbauer, Dudamel; è stata diretta da registi quali Ronconi, Pizzi, Martone, Bondy, Deflo, Pier Alli, D. Abbado.

Successivamente  ha aggiunto  al suo repertorio Liù nella Turandot di Puccini, interpretata con successo al Teatro Bellini di Catania.

Di recente è stata nuovamente Giulietta ne I Capuleti e i Montecchi al Filarmonico di Verona, sotto la guida del M° F. M. Carminati, regia di Arnaud Bernard.

 

Gennaio 2018